26/01/09

Non ci siamo.

Il tempo passa, gli eventi purtroppo evolvono in modo negativo, nel senso che le situazioni economiche di molti paesi stanno sempre di più decadendo e non sembra esserci una ricetta per cambiar rotta e molte multinazionali che un tempo sembravano essere invulnerabili a certe crisi, dato le loro enormi dimensioni, iniziano a promettere più che a prevedere numerosi tagli al personale (vedi Caterpillar, Philips, la Airbus, etc etc...).
Tra i paesi toccati dall'onda negativa c'è ovviamente anche l'Italia, ed è notizia di oggi che le previsioni in negativo della nostra ricchezza non solo valgono per il 2009 appena nato, ma saranno riconfermate anche per il 2010, e dire che sembra così lontano....
Personalmente me ne sto rendendo conto anch'io che non si tratta solo di facili allarmismi, visto che persone a me vicine non riescono più a lavorare come un tempo, nel senso che o sono in cassa integrazione o probabilmente non verranno più chiamati a lavorare per mancanza appunto di lavoro.
E allora?? Dove casca l'asino? L'asino casca nel fatto che ascoltando i Tg o leggendo i giornali non sembra che nel nostro paese la situazione sia così drammatica, anzi si continua a ripetere che da noi va meglio di altre realtà Europee, che da noi il sistema bancario ha retto bene all'onda d'urto, e che i nostri istituti di credito non cadranno mai così in rovina come quelli Americani. Per forza dico io, non danno un euro neanche sotto minaccia, se vuoi imprendere devi già avere denaro in tasca, o altrimenti devi appoggiarti su qualcuno che ha delle garanzie!! Un po' va bene, ma così è ridicolo, si strozza ulteriormente un'economia già alla canna del gas! (parlo per esperienza personale in questo periodo.)
Ma non è questo il punto: sono giorni ormai che il governo ci stronca la voglia di vivere con quisquiglie patetiche mascherate da problemi importanti da risolvere per il bene del paese, quali ad esempio, la riforma della giustizia, il caso del magistrato De Magistris, il ridimensionamento delle intercettazioni telefoniche nelle indagini, per fare solo qualche e sempio. In più il nostro caro Presidente del Consiglio se ne va in giro per la Sardegna bellamente a fare una più che privata campagna elettorale per le future elezioni amministrative. Ma dico, con lo Tzunami che sta per pioverci addosso, perchè intanto succederà che si aggraverà questa crisi, con tutte le piccole e grandi azioni che si possono fare almeno per tamponare un pochino la distruzione economica imminente, sarà possibile che ancora chi ci governa continui ad arroccarsi dietro falsi problemi, o quantomeno non così impellenti, e si cerchi ancora di gettare fumo negli occhi a noi Italiani per distoglierci l'attenzione dalle vere problematiche che affliggono e ancor di più affliggeranno il nostro futuro? Stanno nascondendo il loro non sapere prendere decisioni in nessuna direzione! E' questa la verità: abbiamo un esecutivo incapace di governare la barca su cui tutti siamo, e l'unico risultato che otterranno sarà l'affondamento della baracca Italia!
In America Obama in 5 giorni dal suo effettivo insediamento ha già smosso le acque in maniera pesante: oltre alla questione dell'aborto, puramente etica, ha detto che verranno aiutate quelle industrie dell'automobile che punteranno ricerca e innovazione su automobili ad impatto ambientale sempre minore, la ricerca sulle auto elettriche ad esempio da qui a breve probabilmente subirà un'accellerazione impressionante, e i risultati si vedrano in tempi ragionevolmente brevi! Non solo: ha impostato un generale ammodernamento del sistema infrastrutturale Americano basato sempre sull'ecocompatibilità!! Con una fava becca almeno almeno milioni di piccioni, nel senso che oltre che rendere più "verde" l'America, creerà centinaia e centinaia di migliaia di posti di lavoro nei settori delle energie rinnovabili, farà buisness salvando il pianeta!
I nostri politicanti non sanno neanche cosa vuol dire "ecocompatibili", non sono in grado di pianificare un programma a medio e lungo termine sul rispetto dell'ambiente incentinvando lo studio per lo sfruttamento delle rinnovabili. Abbiamo la fortuna di avere tanto sole e vento sul nostro territorio e anche se non sono sufficienti per appagare la nostra fame di energia, comunque credo (anzi sono convinto!) che una sempre maggior percentuale di energia ce la potremmo produrre in casa invece di porgere le terga a quel fanatico ex killer del kgb di Putin, il caro amichetto del nostro Silvietto. Se si convogliassero risorse economiche per migliorare i materiali atti a costruire gli strumenti per lo sfruttamento di tali energie credo che i risultati ci sarebbero. Invece da noi si parla solo di nucleare (al giorno d'oggi) , mentre mezza Europa gia sfrutta da oltre 30 anni questa risorsa, e si pensa di poter recuperare il tempo perso in qualche anno.....Fantascienza dell'ignoranza! Noi bruciamo ancora l'mmondizia credendo di produrre energia....preistoria dell'ignoranza!
Piuttosto credo che i rappresentanti del governo e dell'opposizione non abbiano un'idea di quello che dicono, e credo altresì che si tenti la difesa di certi poteri economici occulti che ottengono ancora profitto da certe pratiche di sfruttamento delle energie a dir poco arcaiche. Siamo rappresentati da vecchi senza idee, legati alle poltrone e che se ne fregano del futuro, anche perchè loro, inquinamento o no, crisi economica o no, in quel futuro non ci saranno!
Speriamo che ci si accorga tutti insieme del grande periodo buio a cui andiamo incontro e che insieme urleremo il nostro diritto ad avere governanti al passo coi tempi e che abbiano il coraggio di andare contro tutto ciò che da anni è radicato e ha potere e che ci ha portato a questo punto di non ritorno.
Sono convinto che qualsiasi era dell'umanita prima o poi abbia bisogno di rigenerarsi, di ricreare nuove fondamenta da cui ricominciare in nome di un'istintivo e innato senso di evoluzione. Certi cambiamenti hanno sempre coinciso nel passato con eventi catastrofici quali le guerre: speriamo che se veramente ci troviamo di fronte ad una ennesima virata della storia dell'umanità, se veramente le nuove generazioni cresceranno nel bel mezzo di un "cambiamento epocale" , questo non avvenga a spese di milioni di vite, e che la ragione e la lungimiranza la facciano da padrone. Nel rispetto dell'Uomo, dell'ambiente e della dignità.

1 commenti:

Uberuomo ha detto...

Chi visse sperando, morì cagando.
Se siamo nella merda in cui ci troviamo, è proprio perchè mentre chi ci governa continua a calpestare ogni logica di buon senso ed ogni diritto per i propri personali interessi, senza pause e senza soste, come un rullo compressore, noi ce ne stiamo davanti al televisore a guardare quel che succede e a SPERARE. E anche quando ci accorgiamo di quel che non va, stiamo lì immobili sperando che sia sempre qualcun'altro a risolverli, o che si risolvano da se, o casomai alla fine c'è sempre Dio. Prega e spera, ma la papera non galleggia!

 

Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Questo blog aggrega liberi pensieri e libere opinioni NON sottoposti ad alcun tipo di moderazione o censura. Si declina ogni responsabilità per opinioni e commenti pubblicati da utenti non registrati e/o anonimi. Questo blog NON rappresenta una testata giornalistica, NON aggrega notizie e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Questo blog è esente da ogni obbligo di iscrizione o registrazione previsto dalla Legge sull'Editoria (legge n.117 del 07.05.2012) in quanto NON ospita pubblicità, NON ha ricavi, e NON riceve contributi di alcun tipo.

Filippo Gatti Blog Copyright © 2013 -- Powered by Blogger